Con un lascito a Fondazione GAV

continuerai ad essere luce di speranza per

chi soffre di disagio psichico e fragilità sociale


Non serve un grande patrimonio per lasciare una grande eredità.

Anche un piccolo contributo può fare la differenza.


Con il tuo lascito a fondazione gav…

Darai un letto, dei vestiti, una casa accogliente a chi è lasciato ai margini della società.

Accompagnerai chi soffre di disagio psichico nel difficile percorso che porta all’integrazione, alla dignità e all’autonomia.

Donerai agli ospiti della comunità sostegno terapeutico fondamentale per recuperare le competenze della vita quotidiana e lavorativa.

Potrai contribuire a far nascere nuove sedi e a rinnovare le strutture già esistenti.

Ricordarsi degli altri con un dono nel proprio testamento è un modo per esserci per sempre

Il Centro "Gambaro Ivancich" a Oppeano

“Il centro è stato intitolato a loro perchè la dott.ssa Paola, alla sua morte, ci ha donato la casa e tutta la terra intorno perchè sia utilizzata per le persone più deboli.”

Un ospite del Centro “Gambaro Ivancich”


Scopri la storia di Paola GambaroBiologa e Donatrice

il testamento solidale

Fare “testamento solidale” significa ricordare nel proprio testamento, in qualità di erede (eredità) o di legatario (lascito), una o più associazioni, organizzazioni, enti.  È un gesto semplice di solidarietà e non vincolante, che può essere ripensato e modificato in qualsiasi momento, senza che vengano in alcun modo lesi i diritti legittimi dei propri cari e familiari.

COSA PUOI LASCIARE

Una somma di denaro, azioni, titoli d’investimento.

Un bene mobile, come un’opera d’arte, un gioiello o anche un arredo.

Un bene immobile, come un appartamento.

La tua polizza vita indicando Fondazione GAV come beneficiaria.

Il tuo TFR – Trattamento di fine rapporto.

Affinché il tuo lascito sia valido, è necessario indicare chiaramente Fondazione G.A.V. Giovani Amici Veronesi Onlus come organizzazione beneficiaria nel proprio testamento.

Fare testamento è facile ed è un atto di tutela e responsabilità verso i tuoi familiari e verso chi ami perché ti permette di disporre, secondo legge, dei tuoi beni o di parte di essi in maniera chiara e inequivocabile.


i tipi di testamento

testamento olografo
  • È scritto interamente di proprio pugno in modo chiaro e leggibile.
  • Deve essere datato e firmato e, se non è il primo, deve indicare la revoca di tutti i precedenti.
  • Può essere consegnato a un notaio tramite deposito, oppure scrivere due copie identiche del testamento, lasciandone una a un amico o conoscente e l’altra a disposizione a casa propria.
testamento pubblico
  • È redatto dal notaio, che trascrive le volontà del testatore a in presenza di due testimoni.
  • Deve indicare il luogo e la data ed essere sottoscritto dal testatore, dai testimoni e dal notaio.
  • È per legge conservato dal notaio tramite deposito.

le quote disponibili

Per successione legittima si intende la parte dell’eredità riservata per legge agli eredi legittimari: coniuge, discendenti, ascendenti, collaterali, altri parenti.

C’è sempre comunque una  parte di eredità, la quota disponibile, di cui il testatore può disporre come vuole individuando come beneficiari soggetti diversi dai legittimari, come ad esempio le associazioni come Fndazione GAV.

In caso di mancanza di parenti entro il sesto grado e  di una disposizione testamentaria, l’eredità si devolve allo Stato.


Chi può fare testamento?

Tutti possono disporre dei propri beni per testamento, ad esclusione di coloro che al momento della redazione del testamento sono incapaci di intendere e di volere, dei minori e degli interdetti per infermità mentale.

Se non faccio testamento cosa succede?

In assenza di un testamento il patrimonio è diviso per legge (successione legittima) tra gli eredi cosiddetti legittimi e in base alle quote previste nel codice civile, fino al sesto grado. Nel caso in cui non vi siano parenti entro il sesto grado l’eredità, in assenza di testamento, si devolve a favore dello Stato.

Se si hanno figli o parenti si può destinare un lascito a una organizzazione non profit?

Si può destinare ad un ente o ad un altro soggetto indicato dal testatore al di fuori dei suoi familiari la parte di patrimonio che rientra nella quota “disponibile”. Non si può invece disporre liberamente della quota “indisponibile” o “legittima” che la legge italiana riserva ai parenti cosiddetti “eredi legittimari”.

I coniugi possono fare testamento congiuntamente?

No. Il testamento è strettamente personale. Ognuno dei coniugi deve esprimere le proprie volontà in testamenti separati. La legge non consente il testamento orale.

Le disposizioni testamentarie a favore di Fondazione G.A.V-Giovani Amici Veronesi Onlus sono esenti da qualunque imposta, tutto il valore del lascito sarà interamente devoluto secondo le volontà del testatore.

per saperne di più

puoi rivolgerti a francesco albertini

Tel. 045.8343217
e-mail: gruppogav@fondazionegav.org


Inviaci un messaggio

Fondazione G.A.V. Giovani Amici Veronesi Onlus
Via F. Paiola 8, 37127 Verona

http://www.fondazionegav.org


Copyright Fondazione GAV 2018 – Tutti i diritti riservati

Annunci